POMPE DI CALORE RISCALDAMENTO CASA ANNI 60 RADIATORI

Le informazioni che Ingegneri ed Architetti non sanno sulle Pompe di Calore professionali

Ep. 002 Hai una casa degli anni ’60? Riscaldala con la Pompa di Calore

Quando un Installatore inizia il percorso di formazione sul mondo delle Pompe di Calore professionali, quasi sempre mi fa questa domanda.

“Ma nelle case vecchie con impianto a radiatori, si può davvero mettere la Pompa di Calore?”

È talmente frequente che sto quasi pensando di inciderla su una targa in ottone e appenderla nell’aula dell’Accademia.

Ma è un dubbio legittimo, e non mi stupisce che anche idraulici con DECENNI di esperienza in cantiere non abbiano le idee chiare al riguardo.

Del resto nemmeno gli ingegneri termotecnici e gli architetti sono in grado di rispondere, nella maggioranza dei casi.

Lo so perché mi chiedono di tenere corsi proprio agli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti, e le aule sono sempre strapiene di professionisti che vogliono capirne di più!

E allora un idraulico cosa fa? Prova a chiedere ai costruttori più comuni di pompe di calore (che in genere si sono buttati su questo mercato da pochissimo, dopo aver fiutato il business in crescita, mentre producono caldaie da 30 o 40 anni)…

Solo che il nostro amico idraulico spesso si sente rispondere “Certo che si può! Ma per sicurezza monta anche una caldaia a gas, che non si sa mai e dobbiamo vendere anche quelle…”

Penso sia abbastanza normale diffidare di risposte come questa. È palese che gli interessi in gioco non combaciano affatto con l’interesse del cliente finale, cioè la famiglia che nei fatti si troverà a vivere in quella casa e ad utilizzare quell’impianto.

Montare una pompa di calore commerciale NON assicura il calore e il comfort che una casa richiede, perché quando fa freddo e la temperatura scende sotto zero… si blocca!

Certo che ci vuole la caldaia a gas! Serve a evitare di trovarsi coi bambini surgelati proprio in pieno inverno! 

Ma quello che i costruttori hanno detto al nostro amico idraulico, purtroppo, è solo la LORO versione dei fatti…

Lascia che risponda alla domanda, una volta per tutte.

L’efficienza che una Pompa di Calore professionale può garantire è tale e tanta che ANCHE una casa di cinquant’anni può tranquillamente fare a meno della caldaia a gas. 

E non deve nemmeno avere il fotovoltaico sul tetto, avrà comunque un bel risparmio economico sui costi energetici annuali.

Basta qualche piccolo accorgimento tecnico e anche la casa di Nonno Pino può chiudere per sempre il contatore del gas e diventare 100% elettrica.

Nessun problema quando fuori c’è -8 °C, nessun problema a cucinare la pasta (basta un piano cottura a induzione dell’Ikea) e nessuna costosa bolletta del gas.

Andranno benissimo i radiatori in ghisa o alluminio che ha già, non li deve sostituire con una serpentina a pavimento. 

Sarebbe un lavoro inutilmente costoso e scomodo, perché avere i muratori in casa che ti smantellano il pavimento non è il massimo della praticità, bisogna essere onesti…

La Pompa di Calore professionale utilizzata in una casa non più “giovanissima” è un’ottima scelta. Purché si affidi la pre-analisi di fattibilità ad un esperto come i miei installatori partner, che passano attraverso un percorso di certificazione che ho curato personalmente.

Si tratta di un caso comune, perché quando si eredita una casa costruita dai nostri genitori o nonni è normale chiedersi come migliorare l’efficienza, la comodità e i consumi.

Che sia utile cambiare gli infissi e scegliere quelli a bassissima dispersione lo sanno ormai anche i sassi, per fortuna…

Che un isolamento esterno a termocappotto dia una bella mano è altrettanto risaputo…

(Sebbene questi due interventi ci riportino al tema dei muratori in casa per giorni e giorni)…

Ma sulla possibilità di salvaguardare l’attuale sistema di riscaldamento nelle stanze c’è ancora tantissima incertezza, là fuori!

Lasciami dire che è l’intervento a più alta efficienza che puoi avere in casa tua, per cui faresti bene a metterlo in cima alle priorità se decidi di abbattere i costi energetici della casa.

E se poi vuoi fare un passettino in più e migliorare anche l’impianto, c’è una bella soluzione che ti evita di distruggere il pavimento.

Puoi sostituire i radiatori con moderni fancoil di ultima generazione.

Ho descritto un caso pratico di utilizzo dei fancoil nell’episodio n.2 del podcast, in sostanza questi nuovi modelli sono silenziosi e più che adatti alle case private (non si usano solo per gli uffici).

Sono anche più sottili e dal design più raffinato, non stoneranno nel tuo salotto.

L’importante, non finirò mai di ripeterlo, è prevedere un adeguato apporto di energia elettrica ad un impianto con Pompa di Calore professionale.

È vero che la tua casa richiederà molta più corrente, ma il risparmio che avrai su base annua grazie al fatto che non pagherai più la bolletta del gas farà comunque pendere la bilancia verso la Pompa di Calore… e di parecchio!

Se hai una casa con qualche decade sulle spalle troverai molto interessante per il tuo conto in banca la seconda puntata della serie “Vivere Senza Gas”.

Nell’episodio 002 abbiamo parlato di:

02.50 Come utilizzare l’impianto di una casa di 60 anni collegandolo ad una Pompa di Calore.

03.40 Il falso mito sui lavori di ristrutturazione che conviene sfatare prima di qualsiasi lavoro.

05.10 Come puoi aggiornare il tuo impianto di riscaldamento senza smantellare tutto.

05.45 Cosa ti serve assolutamente per installare una Pompa di Calore.

06.50 Quale parametro controllare sul tuo impianto elettrico per un buon funzionamento della Pompa di Calore elettrica.

07.20 Il contatore ideale da chiedere all’Enel per avere una casa 100% elettrica.

08.05 Il locale tecnico che ci vuole per i componenti dell’impianto in Pompa di Calore.

08.57 Acqua troppo dura? Come capire se hai bisogno di un addolcitore per ridurre il calcare oppure no.

10.20 I pregi dei nuovi fancoil e perché dovresti considerarli se vuoi un comfort ancora più elevato.

 

Ascolta l’episodio, e lasciami un commento per dirmi cosa ne pensi o se hai già avuto esperienza del riscaldamento con le Pompe di Calore professionali.

A presto,

Samuele Trento

P.S.

Vuoi scoprire se casa tua è adatta ad un impianto con Pompa di Calore elettrica? Ho preparato per te un semplice TEST che trovi cliccando qui.

Vivere Senza Gas Blog Ep.001

La domanda “regina” sulle Pompe di Calore professionali: quanta elettricità richiede per davvero OGNI GIORNO?

Ep. 001 Vivere Senza Gas: Chiudi per sempre il contatore del gas con una casa 100% elettrica

Tra le persone che mi seguono sul tema del Riscaldamento Sostenibile direi che TUTTI si sono fatti questa domanda.

È legittimo. Non passa giorno senza che ne abbia parlato almeno con due o tre persone, perché il dubbio nasce spontaneo.

“Quanto consuma AL GIORNO una Pompa di Calore aria acqua?”

Eppure questa domanda nasconde una domanda ancora più diretta, alla quale voglio rispondere subito.

La domanda nascosta è questa: 

“Ma siamo sicuri che passando ad una casa 100% elettrica alla fine non andrò a spendere PIÙ DI PRIMA a causa di una bolletta della corrente maggiorata?”

Ti voglio rassicurare subito: spenderai di meno. E ora entriamo nei dettagli, ma lasciami fare un breve accenno anche al tema dell’inquinamento.

Chiudere il contatore del gas di casa tua, dire addio alla compagnia del gas e alla sua bolletta è sia conveniente, che ecologico

L’Europa e l’Italia hanno ben in mente gli obiettivi di riduzione dell’inquinamento nelle nostre città. Dobbiamo darci tutti da fare per contrastare il surriscaldamento climatico e aumentare la vivibilità dei luoghi in cui abitiamo e lavoriamo.

Le Pompe di Calore daranno una grande spinta in questo senso, e il loro impatto positivo sarà anche maggiore dell’avvento dell’auto elettrica. Te ne ho già parlato anche nell’episodio introduttivo di questa serie, sia sul Podcast che su YouTube.

Per questo motivo sono sempre più interessanti anche gli incentivi economici che lo Stato mette in campo a favore di chi introduce la Pompa di Calore elettrica nella propria abitazione.

Tornando al tema del risparmio, per farti capire meglio come lo si ottiene è doverosa una veloce panoramica su come funziona a grandi linee una Pompa di Calore elettrica del tipo più diffuso: la Pompa di Calore aria – acqua.

Per farla semplice, ribadisco che è esattamente il contrario del principio di funzionamento del frigorifero.

Il frigorifero cosa fa? Preleva calore al suo interno e lo disperde all’esterno. In questo modo il suo interno resta fresco, perché è stato tolto il calore.

La Pompa di Calore ha un circuito frigorifero che fa esattamente l’opposto. Preleva il calore da fuori casa, dall’ambiente esterno, e lo immette nel tuo impianto per scaldare l’acqua che userai.

Possiamo scaldare sia l’acqua che gira nel tuo impianto di riscaldamento (radiatori, serpenti, fancoil), sia l’acqua che usi per lavarti o cucinare.

Addirittura, col funzionamento reversibile per l’estate, lo stesso impianto può raffrescare la tua casa e ti puoi risparmiare di installare i condizionatori.

Quindi, a fronte di una minima parte di energia elettrica necessaria ad attivare questo circuito, l’energia termica che immettiamo in casa è fino a 5 volte superiore. Questo “moltiplicatore” dipende dalle prestazioni della Pompa di Calore scelta per il caso specifico.

E su questo parametro la Pompa di Calore professionale stacca di svariate lunghezze le comuni pompe di calore commerciali

Infatti la quota iniziale di energia elettrica la dobbiamo prelevare dalla rete o dal pannello fotovoltaico sul tetto di casa  (anche se non è obbligatorio averlo). 

Chi sceglie, purtroppo per lui, una comune pompa di calore commerciale si ritroverà bollette da capogiro. 

Non hanno un moltiplicatore altrettanto valido, ed essendo molto più scarse di quelle Professionali consumeranno molta più energia elettrica per darci lo stesso calore.

Per monitorare QUANTO CONSUMA una Pompa di Calore professionale prima di tutto è necessario scegliere i modelli che ti permettono il controllo costante e immediato della situazione dei consumi.

Ecco perché i modelli che tratto hanno tutti questa funzione, ed è possibile tenere i grafici sotto controllo anche da remoto.

Inoltre, è fondamentale il calcolo matematico del fabbisogno energetico della tua casa. Un calcolo che va fatto prima di qualsiasi intervento e qualsiasi scelta.

Il protocollo che ho elaborato e che condivido con tutti gli installatori che collaborano con me infatti tiene conto di moltissimi fattori per questo calcolo, tra cui:

  • La posizione geografica
  • Il clima medio e lo storico delle temperature
  • I materiali costruttivi dell’abitazione
  • Presenza di eventuali isolamenti
  • Esposizione a sud o meno della casa
  • Caratteristiche degli infissi e dei serramenti
  • …e molti altri.

Sapere PRIMA quanta corrente servirà per avere il calore desiderato ci permette di scegliere la perfetta Pompa di Calore professionale.

Si ottiene un impianto di riscaldamento anche più efficiente ed economico della caldaia a pellet (che per inciso, inquina moltissimo).

Tirando le somme, ti riporto il caso di un cliente di Treviso. Mi spiego? Non abita a Palermo ma in una città ben più fresca tutto l’anno!

A Treviso consuma tra i 20 e i 25 KWh al giorno per scaldare la sua casa, cioè circa 6 o 7 Euro nelle giornate più fredde.

È quindi facilissimo ottenere risparmi medi del 30% sui costi energetici di casa, anche del 50% per chi utilizzava il gasolio.

Come vedi non c’è paragone.

Nell’episodio 001 abbiamo parlato di:

02.30 La domanda chiave da farsi prima di intervenire sul tuo impianto di riscaldamento.

03.10 Quali elementi compongono un impianto con Pompa di Calore.

03.58 Come è possibile monitorare il consumo elettrico giorno per giorno.

04.30 Il parametro da calcolare per sapere con precisione quanta energia elettrica consumerai.

05.22 In cosa consiste la differenza abissale che c’è tra le pompe di calore commerciali e quelle Professionali.

06.40 Perché la Pompa di Calore professionale è anche più conveniente del riscaldamento a pellet.

07.20 L’esempio del costo giornaliero per riscaldare una casa a Treviso.

 

Ascolta l’episodio, e lasciami un commento per dirmi cosa ne pensi o se hai già avuto esperienza del riscaldamento con le Pompe di Calore professionali.

A presto,

Samuele Trento

P.S.

Vuoi scoprire se casa tua è adatta ad un impianto con Pompa di Calore elettrica? Ho preparato per te un semplice TEST che trovi cliccando qui.